Troppo forte la Lube. La Tonno Callipo ci prova, ma va ko in 4 set

Vibo Valentia, Lunedì 01 Gennaio 2018 - 20:21 di Redazione

CUCINE LUBE CIVITANOVA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-1 (25-18, 20-25, 25-10, 25-12)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 11, Candellaro 13, Juantorena 21, Casadei 5, Kovar 10, Grebennikov (L), Christenson 4, Cester 2. Non entrati: Sander, Marchisio (L2), Stankovic, Milan, Zhukuoski. Allenatore: Medei

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Costa 10, Coscione 1, Marra (L), Lecat 6, Izzo 1, Torchia (L2), Antonov 15, Massari, Domagala, Verhees 8, Patch 13. Non entrati: Presta. Allenatore: Tubertini ARBITRI: Saltalippi e Lot

NOTE - durata set: 24’, 26’, 24’, 22’. Tot. 96’.

Disputa un grandissimo secondo set la Tonno Callipo all’Eurosuole Forum contro i campioni d’Italia della Cucine Lube Civitanova, ma poi crolla in ricezione sotto i colpi di Osmany Juantorena. E’ questa l’estrema sintesi del match che la squadra di coach Lorenzo Tubertini ha disputato in casa della compagine marchigiana. Dopo un approccio positivo alla partita, la Lube ha vinto piuttosto facilmente il primo parziale, poi nel secondo set Antonov e Patch hanno trascinato i giallorossi. Da lì si è però spenta la luce, complice anche la grande serata al servizio del campione italo-cubano e complice la fragilità in seconda linea di una Tonno Callipo che è crollata senza riuscire ad opporre resistenza. Al fischio d’inizio il tecnico modenese ha schierato la formazione tipo con Coscione al palleggio, Patch opposto, Costa e Verhees al centro, Antonov e Lecat in posto 4, Marra libero. Il tecnico di casa Medei ha inizialmente lasciato ancora in panchina Sokolov puntando su Casadei in diagonale a Christenson. Al centro la coppia di posto tre italiani Candellaro e Cester, in posto 4 Juantorena e Kovar, Grebennikov libero. Si gioca punto a punto nel primo set quasi fino a metà del parziale. Casadei compie il primo strappo con l’ace del 15-12, poi Lecat viene murato e la Tonno Callipo è sotto 17-13. I giallorossi compiono troppi errori in attacco e la Lube conquista il set allungando sul 25-18. Subito break in apertura di secondo set per Coscione e compagni che si portano avanti 2-4 grazie al contrattacco vincente di Verhees. Antonov e Patch salgono in cattedra e la Tonno Callipo trova il massimo vantaggio sul 9-14 ancora con il belga. La Lube prova a rimontare, 14-16, ma Antonov trova l’ace del 14-18 e Costa il muro del 14-19. Patch allunga ancora trovando l’ace che vale il 16-22. Candellaro illude i suoi con l’ace del 20-23, ma è la Tonno Callipo a gioire ancora dai nove metri grazie all’ace risolutivo di Pieter Verhees. Qui termina la partita della Tonno Callipo. Nel terzo set, infatti, arriva la reazione rabbiosa della Lube che trova in Juantorena il trascinatore e in Sokolov (entrato al posto di Casadei) un punto di riferimento puntuale in posto due. La battuta dei marchigiani manda in tilt la linea di ricezione giallorossa e c’è veramente poco da raccontare. Coach Tubertini prova svariati cambi e svariate soluzione tattiche, ma il distacco è troppo ampio e i giallorossi non riescono più ad entrare in partita.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code