Protesta clamorosa della Vibonese. Sito ufficiale in lutto

Vibo Valentia, Sabato 16 Settembre 2017 - 18:29 di Redazione

L'inaspettata notizia di ieri che il Consiglio di Garanzia dello Sport  ha accolto il ricorso della FIGC e della Lega Pro ha gettato nello sconforto la società del Presidente Caffo. La Vibonese, per il momento, e salvo clamorose decisione del TFN, dovrà giocare in serie D. Il ricorso, nello specifico, è stato presentato dal Presidente, Carlo Tavecchio, e dalla Lega Italiana Calcio Professionistico (Lega Pro), in persona del Presidente, Gabriele Gravina, contro la Società U.S. Vibonese Calcio s.r.l., nonché nei confronti della Procura Federale FIGC, della Procura Generale dello Sport c/o il CONI e della società A.C.R.Messina, per l'annullamento, previo assenso di misure cautelari, della decisione resa dalla Corte Federale d'Appello della FIGC, di cui al C.U. n. 34/CFA del 30 agosto 2017, sul reclamo dell'U.S. Vibonese, che, in accoglimento del ricorso proposto da quest'ultima, ha disposto la retrocessione all'ultimo posto della società A.C. R. Messina nello scorso Campionato di Lega Pro (s.s. 2016/2017), determinando la reintegrazione della compagine calabrese nell'organico del campionato di Serie C per la stagione sportiva 2017/2018.La decisione, quindi, è stata rinviata al Tribunale Federale Nazionale di primo grado endofederale dilatando i tempi di una possibile soluzione favorevole al club rossoblu. Il Presidente Caffo, da parte sua, ha dichiarato di non volersi arrendere  “Abbiamo appreso con sommo stupore la decisione del Collegio di garanzia del Coni. - ha dichiarato il massimo dirigente della Vibonese - Ma non ci arrendiamo. Siamo in attesa di conoscere le motivazioni che stanno alla base di questa decisione – ha aggiunto il numero uno del club rossoblù – e con il nostro legale studieremo le mosse da fare. Per adesso non è il caso di commentare una decisione che ci lascia profondamente perplessi. Lo faremo a tempo debito. Una cosa però è sicura: non ci fermiamo. Andremo ancora avanti finché sarà possibile far valere le nostre ragioni”.Nel frattempo, però, la Vibonese, in segno di protesta, ha "chiuso" il sito ufficiale mettendo nell'home page uno sfondo grigio con su scritto "chiuso per lutto. E' morto il calcio onesto e pulito!" 



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code